Laghi di Monticolo

...con partenza dal nostro albergo…

Lago di Monticolo

Il sentiero n. 1 si snoda in mezzo ai vigneti di Colterenzio e si inoltra nella riserva naturale di Monticolo dove potete contemplare i bucolici laghi di Monticolo. La distanza da coprire è di 6 km (solo andata). Una volta pervenuti nel paesino di Monticolo è possibile camminare fino al lago di Caldaro e tornare all’albergo con la corriera, sfruttando la tessera vantaggi WinePass.



< indietro Escursioni

Il Triangolo dei Castelli di Appiano

...Il lato medievale dell’Alto Adige…

Castel d'Appiano

Un’escursione storico - artistica nel Triangolo dei Castelli di Appiano vi offre uno scorcio sull’Alto Adige medievale. Si parte da Castel Corba e si continua fino a giungere a Castel d’Appiano - una delle fortezze più ragguardevoli dell’Alto Adige. Dopo aver visitato la cosiddetta “Cappella Sistina delle Alpi”, la Cappella di Castel d’Appiano ed esservi rinforzati con del buon cibo siete pronti ad affrontare la seconda parte dell’avventura. Per prima cosa vi aspetta una lunga discesa sulle scalinate e dopodiché troverete una ripida salita che vi porterà fino alle rovine di Castel Boymont. Dalla sua torre si gode di una vista spettacolare e potrete ammaliare l’Oltradige, Bolzano e perfino le Dolomiti, noto patrimonio dell’UNESCO. Imboccate il sentiero che vi riporterà a Castel Corba.

Avviso! Non fatevi mancare il tiro con l’arco! A Castel d’Appiano si possono noleggiare arco e frecce e provare a fare il percorso 3D. Un’esperienza indimenticabile per grandi e piccoli!



< indietro Escursioni

La gola del Rastenbach

...cascate incorniciate da una vista meravigliosa....

Gola di Rastenbach

Un’amata meta escursionistica e monumento naturale si estende lungo il pendio tra il Lago di Caldaro e Castelvecchio, una zona nota anche per i suoi impianti sportivi: la Gola Rastenbach. Questa gola è caratterizzata da piccole cascate e ombreggiati pendii, da alberi ricoperti di edera e suggestivi ruscelli. Il piccolo Rio Rastenbach si snoda attraverso l’area protetta, che è stata popolata qualche secolo fa. Tra il XV e il XVII secolo, in questa zona venne estratto minerale metallico.

Testimonianze di quei tempi sono le rovine della Basilica di San Pietro, che si trovano lungo il sentiero che attraversa la Gola Rastenbach (Rastenbachklamm). Si tratta della chiesa più antica di tutta la regione: la basilica a tre navate risale infatti presumibilmente al periodo tra il IV e il VI secolo d.C. Nella gola si trova anche il primo rifugio per pipistrelli dell’Alto Adige. Si tratta di una grotta protetta da un cancello, che dal 1995 permette alle specie presenti, come il ferro di cavallo maggiore e il vespertilio maggiore, di entrare e uscire, ma rende impossibile l’accesso agli uomini.

L’escursione circolare attraverso questo affascinante biotopo nel Bosco di Castelvecchio prende inizio dagli impianti sportivi di S. Antonio presso Caldaro, e si snoda in ca. 2,5 ore di cammino attraverso un paesaggio verde e ombreggiato. Soprattutto d’estate, la Gola Rastenbach è un’amata meta escursionistica. Il sentiero permette anche bellissime viste panoramiche sul Lago di Caldaro e i vigneti circostanti. Ponticelli, passerelle in legno e scale ripide da superare, rendono sicuramente la gita un’avventura indimenticabile per grandi e piccini. Attenzione a non scivolare!

testo preso da: https://www.kalterersee.com/it/cultura-e-territorio/natura-e-paesaggio/gola-rastenbach/



< indietro Escursioni

“Stoanerne Mandln” (omini di pietra)

… un posto speciale per ricaricare le pile…

Omini di Pietra

La Val Sarentino è nota per le sue numerose leggende, racconti e miti. Gli omini di pietra ci fanno rivivere i tempi delle streghe che fecero rabbrividire il popolo i con i loro poteri occulti nati grazie al contatto con entità soprannaturali. Dalla baita sciistica di Sarentino, passerete dalla malga Auener fino a raggiungere l’ Auener Joch dove troverete infine numerosi omini di pietra incorniciati da un panorama ineguagliabile. La leggenda narra che un tempo ci abbia vissuto una strega molto adirata che ha impietrito tutti i contadini che vi passavano. Al vostro ritorno fate un salto dalla malga Moeltner Kaser e ritornate all’Auener Joch.

tempo: 3h - 3,5h



< indietro Escursioni

Il Corno Bianco

...un’escursione non troppo impegnativa e con una vista appagante…

Poco sotto al Rifugio “passo Oclini” inizia il sentiero che porta al Corno Bianco. Inizialmente si sale lungo un pendio su prato per poi proseguire un tratto fra i mughi. Al rientro si può imboccare uno dei tanti sentieri che passa per la Malga “Gardin” o la Malga “Isi” e infine tornare al punto di partenza.

tempo di percorrenza (a seconda del percorso scelto): 2,5h - 3 ore



< indietro Escursioni

Bullacia - Alpe di Siusi

… l’Alpe più grande d’Europa…

Alpe di Siusi

La frazione di Compaccio è raggiungibile tramite la cabinovia Alpe di Siusi. Imboccando il  sentiero circolare che parte da Compaccio avrete il piacere di esplorare le numerose malghe e prati e di passare per il Rifugio di Bullaccia e il Rifugio di Arnica. Giunti a una croce di legno (detta Wetterkreuz), godete di una paesaggio alpino meraviglioso. Il sentiero prosegue fino alle Panche delle Streghe, un antico luogo occulto neolitico. La leggenda narra che nel Medioevo le streghe dello Sciliar si radunassero in questo posto per celebrare i loro riti. Il sentiero vi porta all’albergo di montagna “Bullaccia” dove potete anche trovare la stazione a monte della funivia “Monte Bullaccia”. Nei pressi dell’albergo trovate infine la piattaforma panoramica “Engelrast” (sosta degli angeli) che vi delizierà con un panorama impareggiabile. Il sentiero che vi riporta a Compaccia è molto ripido ma breve. 

tempo di percorrenza (sentiero circolare): ca. 3 ore



< indietro Escursioni

Sentiero dei masi ”Ochner”

...Esplorando campi e prati di castagno…

Fattoria

Il punto di partenza di questo itinerario è il Castello di Presule. Il sentiero dei masi, sempre perfettamente segnalato, conduce attraverso un paesaggio culturale fino a Santa Caterina, passando per antichi masi. Al ritorno prendete il sentiero n. 5 fino alla croce “Schnaggenkreiz“ per giungere infine a Presule.



< indietro Escursioni

Il sentiero della roggia di Marlengo

...camminare lungo gli antichi corsi d’acqua a mezzacosta…

Roggia di Marlengo

Con i suoi 12 km di lunghezza, il sentiero della roggia di Marlengo è il più lungo dell’Alto Adige. Parte da Lana di Sopra per poi passare da Cermes, Marlengo, Foresta e Tel. Oltre a essere un sentiero della roggia, può essere considerato anche un sentiero circolare.



< indietro Escursioni

Cieloronda sul Corno del Renon

… vista panoramica su più di 40 vette dolomitiche di oltre 3000m…

Il punto di partenza, ossia la stazione della cabinovia coincide con il versante est della Cima Lago Nero. Il culmine dell’escursione è rappresentato dallo sfondo paesaggistico mozzafiato costellato dalle Dolomiti.Nelle giornate serene è possibile ammirare più di 40 vette dolomitiche di oltre 3000 m .

Il sentiero panoramico ha il suo apice nella Tavola Rotonda. L’escursione prosegue fino al Dolomitoscopo e termina al Corno di Sotto.



< indietro Escursioni

Via dei Masi (Ultner Höfeweg)

...un’escursione arricchente dal punto di vista culturale e paesaggistico…

Val d'Ultimo

Approfittate della Via dei Masi per farvi un’idea sulla Val d’Ultimo - una valle proiettata verso la tradizione. Lungo il percorso che conduce a Pracupola e San Geltrude troverete masi che richiamano i vecchi tempi. Con i suoi 18 km di lunghezza complessiva ce n’è per tutti i gusti: all’andata sarete baciati dal sole mentre il sentiero per ritornare al punto di partenza è collocato invece nella parte ombreggiata della valle. Per questa escursione vi servirà una giornata intera, a meno che non decidiate di percorrerlo in due tappe. Se avete intenzione di fermarvi a metà strada c’è la possibilità di prendere l’autobus per tornare al punto di partenza. 

tempo di percorrenza: ca. 3 ore (solo andata)



< indietro Escursioni

Gruppo delle Odle

...le più affascinanti creazioni del mondo…

Le cime delle Odle

Una possente/imposante catena montuosa dentellata che si erge all’orizzonte.

L’escursione parte dal parcheggio della Malga Zannes in Val di Funes. Tramite il bosco che è caratterizzato da numerose salite si raggiungono i prati della Malga “Glatschalm” che si estendono a perdita d’occhio. Per ritornare al punto di partenza prendete il sentiero “Via Adolf Munkel” che vi stregherà con la sua romanticità. Rocce illuminate di una luce mistica, la meravigliosa Malga Geisler e la Malga Dusler sono le tappe più degne di nota di questo percorso. 

tempo di percorrenza: ca. 3 ore



< indietro Escursioni
lg md sm xs

Dal 2024: nuova piscina infinity

Riscaldata a energia solare, con bordo infinity verso il castel Firmiano e un'accogliente

amaca per rilassarsi! Piuttosto bello non è vero? Le foto della piscina quindi non sono

più aggiornate e saranno aggiornate a marzo non appena tutto sarà pronto.